Sei in Home / Idee di viaggio / Turismo itinerante / Itinerario nell'Isola d'Elba

Itinerario nell'Isola d'Elba


L’isola d’Elba è la più grande delle isole della Toscana e racchiude in sé il fascino e l’esclusività di un territorio ricco di storia, civiltà e natura. 

Un tour nei comuni di questa splendida isola, ognuno dei quali sembra un piccolo mondo con peculiarità uniche, può cominciare da Portoferraio, attracco quasi obbligatorio per chi approda all’Elba. Qui, Cosimo I de’ Medici fece costruire una fortezza inespugnabile tuttora perfettamente visibile, all’interno della quale si snodano le strade del centro storico. Isola d'Elba ProcchioObbligatoria una visita al Castello del Volterraio, meta irrinunciabile per gli amanti del trekking e per chi vuole ammirare un magnifico panorama.
Spettacolari le spiagge di Portoferraio: Biodola, Scaglieri e Forno che si affacciano sul Golfo della Biodola; Ghiaie, Padulella, Sansone e Capo Bianco, a ridosso dello Scoglietto, subito alle spalle del centro storico. 

Altra tappa del nostro itinerario è Marciana
In questo paese si trovano il Museo della Civiltà Contadina, il Museo Civico Architettonico e la Casa del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Molto sono le spiagge, tra le più belle segnaliamo: Procchio, la Poalina, Spartana, Pomonte, Sant’Andrea e Chiessi, amata dai surfisti. Marciana sorge nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, all’interno del quale ci sono numerosi sentieri che guidano i turisti nei fitti boschi di castagni, di pini e di macchia mediterranea. Gli amanti del trekking possono scoprire antichi caprili, e con un po’ di fortuna, incontrare branchi di mufloni e cinghiali. Chi visita questo magnifico territorio deve dedicare una giornata al massiccio del Monte Capanne, dalla cui vetta, nelle giornate limpide, si possono ammirare tutte le isole dell’arcipelago, la costa dell’Argentario fino a Livorno e la parte settentrionale della Corsica. 
Agli amanti del trekking consigliamo anche un’escursione al Santuario della Madonna del Monte e all’Eremo di San Cerbone. 

Marciana Marina, il più piccolo dei comuni dell’Elba è la nostra terza tappa. Oltre ad un giro per le piazze principali del paese, consigliamo una passeggiata nel piccolo centro di Cotone, da cui si può osservare il sole che tramonta tra la Torre e la scogliera della Punta del Nasuto. A Marciana Marina si trovano le spiagge del Bagno, dello Schioppo e di Redinonce, caratterizzate dalla ghiaia e dai sassi, oltre che dalla bellezza dei fondali. 

Quarta tappa del nostro itinerario è Campo nell’Elba, con le splendide spiagge di Campo, Fetovaia e Cavoli. Da visitare i piccoli e antichi borghi antichi di San Piero e Sant’Ilario, che sorgono sulle colline dominanti il golfo di Marina di Campo. Per chi ama la vita notturna, consigliamo Marina di Campo, una delle località più frequentate dal turismo giovanile.

Anche Capoliveri, quinta tappa del nostro itinerario, è molto amata dai giovani. Grazie alla presenza di molte spiagge, quella di Lacona in primis, e di numerose strutture alberghiere il paese è meta di turisti che affollano le sue viuzze e le sue piazze.
Molti i luoghi da visitare: a cominciare dal Santuario della Madonna delle Grazie, che domina il golfo, proseguendo con il Forte Focardo e il Monte Calamita con i suoi giacimenti ferrosi, per terminare con il Museo Mineraologico, tra i più famosi d’Europa, per i minerali presenti.

La sesta meta del nostro tour è Porto Azzurro, in cui sono ancora visibili le tracce della dominazione spagnola (XVII sec.) come il Forte San Giacomo.
Da non perdere: la tranquilla baia su cui approdano i turisti, la piazza circondata da negozi e ristoranti, e la Chiesa barocca di San Giacomo Apostolo. 
A tre chilometri dal centro storico sorge il Santuario della Madonna del Monserrato, in cui è conservata l'immagine della Madonna Nera. Dalla piazzetta antistante il Santuario si gode di una magnifica vista sulla spiaggia di Barabarossa, paradiso dei sub. Una meta da non perdere è il laghetto di Terranera, di colore smeraldo.

La settima tappa è Rio Marina, comune del Parco Minerario, nel cui territorio si trova il piccolo paese di Cavo, con le sue splendide spiagge e il suo piccolo approdo.

Ultima tappa del nostro itinerario è Rio Elba, il centro più antico dell'isola con insediamenti risalenti al neolitico. Da non perdere una visita al Romitorio di Santa Caterina, sede dell'Orto dei Semplici: un giardino botanico con moltissime specie vegetali. 

Informazioni utili


Come raggiungere l’isola d’Elba


- In aereo
E’ possibile atterrare direttamente sull’isola, grazie all’aeroporto situato a Marina di Campo

- In nave

Due compagnie di navigazione effettuano frequenti collegamenti giornalieri da Piombino a Portoferraio (in traghetto 50 minuti, in aliscafo 30 minuti), Porto Azzurro (in traghetto 90 minuti) e Rio Marina (in traghetto 45 minuti, in aliscafo 15 minuti)

- In auto

Da nord:Superstrada Livorno–Grosseto fino a Venturina, a 15 km dal porto di Piombino.
Da sud: Autostrada Roma–Grosseto, si prosegue sull'Aurelia fino all’uscita di Venturina–Isola d'Elba.

 

Manifestazioni 

La stagione elbana si apre a maggio e continua intensamente fino a settembre.
Per chi ha voglia di relax e di prendersi una pausa dalla frenesia del quotidiano ideali sono i mesi meno affollati di maggio, giugno e settembre.

A maggio si apre la rassegna “Elba napoleonica”, con le numerose rievocazioni del periodo in cui il condottiero francese soggiornò sull’isola.

Chi invece ha soprattutto voglia di una vacanza all’insegna del divertimento più sfrenato può godersi l’intensa vita dell’estate isolana.