Sei in Home / Idee di viaggio / Siti UNESCO / Villa Adriana, la dimora dell'Imperatore / L'Imperatore Adriano

L'Imperatore Adriano

Ritratto di Adriano (Palazzo Massimo alle Terme)

Ritratto di Adriano
 (Palazzo Massimo alle Terme)

Biografia di Adriano

Publio Elio Traiano Adriano, noto semplicemente come l'imperatore Adriano, nacque nel 76 d.C.

Dopo la morte prematura dei genitori, l'imperatore Traiano e sua moglie Plotina divennero suoi tutori. Acquisito il potere nel 117, Adriano regnò fino alla sua morte ( Baia, 10 luglio 138).

Il suo regno fu caratterizzato da una generale pausa nelle operazioni militari. Vennero infatti mantenute le conquiste di Traiano, a parte la Mesopotamia assegnata ad un sovrano vassallo.
Inoltre furono abbandonate tutte le zone conquistate che non potevano essere difese e vennero rinforzate con opere di fortificazione permanenti le frontiere più turbolente. 
Quando il suo potere fu consolidato, Adriano intraprese una serie di viaggi in tutto l'Impero: Gallia, Germania, Britannia, Spagna, Mauritania, province orientali, provincia d'Africa. 

Lo scopo di questi viaggi era conoscere di persona le esigenze delle province e prendere i provvedimenti necessari sia per aiutare gli abitanti sia per rendere efficiente il sistema difensivo dell'Impero.

Diversi furono i capisaldi della politica adrianea, a cominciare dalla riforma dell'editto pretorio. Altro importante pilastro della politica di Adriano fu il radicale cambiamento dell'apparato amministrativo con la creazione del cosiddetto advocatus fisci cioè una sorta di avvocatura dello Stato.

Fine intellettuale, Adriano era un'appassionato di arti figurative, della poesia e della letteratura.

Tra i suoi amori c'è anche l'architettura tant'è che durante il suo principato si adoperò per apportare un tocco stilistico personale agli edifici che venivano edificati. Tra questi ultimi Villa Adriana rappresenta sicuramente l'esempio più notevole.