Sei in Home / Idee di viaggio / Siti UNESCO / Vicenza e le Ville Palladiane

Vicenza e le Ville Palladiane

Vicenza, una città da vivere in ogni dettaglio, da scoprire vicolo per vicolo, da ammirare sin dal primo istante. Uno dei luoghi più belli del Veneto e dell'Italia, dove l’architettura si sposa perfettamente con la struttura urbanistica: palazzi, ville, monumenti e chiese contribuiscono armoniosamente allo splendore della città. 
La storia artistica di Vicenza è strettamente legata al genio creativo di Andrea di Pietro della Gondola, detto il Palladio, un architetto ammirato in tutto il mondo.VicenzaSono due i criteri che hanno permesso l’inserimento di Vicenza nella world heritage list dall’UNESCO nel 1994: i contributi alla storia dell’arte dati dal Palladio e la perfetta integrazione tra architettura e urbanistica, un modello di riferimento per tutta l’Europa moderna e contemporanea. 
Vicenza affascina per l'aristocrazia delle sue forme architettoniche e le sue armoniose proporzioni.  
Fondata tra l’XI e il VII sec a.C., la storia della città è principalmente legata alla Repubblica Serenissima di Venezia, a cui fu assoggettata dal 1404 fino alla fine del XVIII sec. 
Qui, nel Cinquecento, il grande architetto fece conoscere la sua fama al mondo intero grazie al patrimonio artistico che lasciò in eredità ai vicentini: la basilica palladiana, il palazzo Chiericati e il Teatro Olimpico sono la massima espressione del genio artistico palladiano. 

Non è possibile descrivere l'impressione che fa la basilica di Palladio...”, affermò Goethe dopo aver ammirato il monumento più noto della città, affacciato su piazza dei Signori e ricostruito nel 1614, secondo il gusto palladiano. 
Oltre alle ville progettate per l’aristocrazia del tempo, la città veneta stupisce per i numerosi palazzi privati (palazzo Valmarana, palazzo Barbaran de Porto, sede del museo Palladio, palazzo Schio), alcuni importanti edifici religiosi, come la cattedrale, e opere pubbliche di primo piano come il  monumentale arco delle Scalette e le logge del palazzo della Ragione

Il riconoscimento dell’UNESCO ottenuto nel 1994, è stato esteso nel 1996 anche a 24 ville palladiane che sorgono nelle campagne e nei centri minori del Veneto.
Ville straordinarie realizzate per nobili famiglie (Barbato, Corner, Emo, Grimani e Foscari) e presto divenute un modello architettonico di riferimento anche al di fuori dell'Italia. 
Tra queste non si può non citare Villa Almerico Capra detta La Rotonda, uno dei più celebrati edifici della storia dell'architettura dell'epoca moderna. Sono tutti edifici in cui l'eleganza si coniuga alla funzionalità: si tratta infatti di magnifici palazzi signorili costruiti come residenze per i committenti con, adiacenti, dei veri e propri ambienti di lavoro, circondati da campi coltivati e vigneti, con magazzini, stalle, depositi ed aree dedicate ai contadini come le barchesse.

Curiosità 
Nella chiesa di Santa Corona è custodita la tomba di Luigi Da Porto, autore della novella Giulietta e Romeo dalla quale Shakespeare trasse ispirazione per il suo celebre dramma.

A Vicenza e nella sua provincia sono stati ambientati diversi film, tra questi: “Il Mercante di Venezia” girato nel castello Colleoni di Thiene;  “Il comune senso del pudore” del 1976 con Alberto Sordi.

Vicenza conserva ancora le tracce di importanti edifici dei tempi romani come il Criptoportico, alcuni mosaici pavimentali, i ponti, l'acquedotto di Lobia, il teatro di Berga.

Informazioni utili

Dati geografici
Stato: Italia
Regione: Veneto

Link utili

Da Vicenza si raggiungono facilmente tutte le località venete di interesse, compresi i tre siti UNESCO: Venezia e Verona a 50 Km, Padova a 25. 

Come arrivare
In treno

La stazione ferroviaria di Vicenza è uno dei nodi cruciali del nord-est italiano. 

In aereo
Gli aeroporti più vicini sono a Venezia, Verona - Villafranca, Milano - Linate, Milano - Malpensa , Treviso. Per informazioni: Enac