Sei in Home / Idee di viaggio / Siti UNESCO / Torino, le Residenze dei Savoia

Torino, le Residenze dei Savoia

Adagiata fra pianura e collina e circondata dalle AlpiTorino è una delle più belle città d’Italia e uno dei poli economici più importanti del paese. Cuore, per secoli, del Regno dei Savoia, Torino è stata teatro e centro propulsore dell’Unità nazionale, oltreché prima Capitale del Regno d’Italia. Una visita a Torino e dintorni, alla scoperta delle splendide Residenze Reali che i Savoia fecero costruire fra il XVII e il XVIII secolo, significa fare un salto nella storia fra centri di potere, castelli dedicati alla caccia, luoghi di villeggiatura e vita di corte: un complesso di architettura monumentale che i Savoia, instancabili costruttori, vollero come simbolo del proprio potere assoluto. Nel 1997 l’UNESCO ha inserito nel World Heritage List 14 di queste magnifiche residenze reali, situate a Torino e in Piemonte.Vista su TorinoNel 1572, quando divenne capitale del Ducato di Savoia, Torino era ancora una città medievale. Il vasto programma di costruzioni, lanciato da Emanuele Filiberto e proseguito dai suoi successori, diede un volto nuovo alla città, che divenne un’importante metropoli con forti contatti con le corti reali di tutta Europa. Intorno a piazza Castello era situata la cosiddetta “area di comando” coi palazzi più importanti, strettamente collegati alle residenze e splendide ville lontane dal centro città, alcune delle quali formano, per la loro bellezza, la cosiddetta "corona delle delizie". 

Luogo simbolo del potere dei Savoia, nel cuore di Torino, il Palazzo Reale fu progettato dal Castellamonte, con la sua facciata seicentesca e gli ambienti interni riccamente decorati. Poco distante Palazzo Madama deve il suo nome alle Madame Reali Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, che promossero la costruzione dello scalone e dell’elegante facciata, opera di Filippo Juvarra. C’è poi il barocco Palazzo Carignano, dove nacquero Carlo Alberto e Vittorio Emanuele II e che fu sede del primo Parlamento italiano. Lungo le sponde del Po è possibile visitare il Castello del Valentino, dallo stile spiccatamente francese, oggi sede universitaria. Arroccata su una collina da cui guarda tutta la città, c’è poi la Villa della Regina, con i suoi dipinti del Seicento e del Settecento, gli arredi originali d’epoca e l’enorme giardino.

Parte della “corona della delizie” sono il Castello di Rivoli, nato come roccaforte militare e oggi sede del Museo di Arte Contemporanea e la Reggia di Venaria, ex residenza di caccia, da molti definita la "Versailles" sabauda, dove è possibile visitare il Salone di Diana, la Galleria Grande, la Cappella di Sant’Uberto e i monumentali giardini. Poco lontano c’è il Borgo Castello de La Mandria, zona che oggi ospita un grande parco naturale. Non sono da meno la Palazzina di caccia di Stupinigi, progettata da Filippo Juvarra sul modello mittleuropeo, che fu luogo di feste e sfarzi e residenza di Napoleone a inizio Ottocento, e il Castello di Moncalieri, una delle più antiche residenze, costruito nel Medioevo a scopi difensivi e convertito a vita di corte dai Savoia.

Completano il quadro splendidi luoghi di villeggiatura: il Castello di Agliè, in provincia di Torino, con le sue trecento stanze riccamente decorate; il Castello di Racconigi, in provincia di Cuneo, con il suo parco di grande interesse naturalistico; il Castello di Govone (CN), che fu residenza estiva dei Savoia e che conserva, fra le sue particolarità, il giardino settecentesco e i trompe-l'oeil di ispirazione mitologica del Salone d’onore e, infine, la Tenuta di Pollenzo (CN), in stile neogotico, che fu luogo di produzione di vini. 

Nei dintorni
Visitare Torino non significa solo immergersi nell'arte, nella cultura e nella storia che le Residenze Sabaude raccontano. Torino, d'altra parte, è il capoluogo del Piemonte, che letteralmente significa “terra ai piedi del monte”. Da Cesana Torinese a Sestriere, da San Sicario a Sauze d’Oulx, da Bardonecchia a Torre Pellice: non c'è luogo migliore per andare a sciare o anche solo per godere del relax e degli splendidi paesaggi della montagna. Gli appassionati della natura non vorranno perdere l'occasione anche di visitare le bellissime oasi della provincia, come la  Riserva Naturale del Sacro Monte di Belmonte e il Parco Nazionale del Gran Paradiso. Ai più golosi ricordiamo, fra le eccellenze gastronomiche della zona, il tartufo bianco di Alba, città a un'ora di distanza dal capoluogo piemontese. Torino, infine, è la capitale del cioccolato, da gustare intero o come bevanda calda, seduti a uno dei suoi caratteristici caffè del centro. 

Informazioni utili

Dati geografici
Stato: Italia
Regione: Piemonte
Provincia: Torino

Link utili
Turismo Torino e Provincia - Le Residenze Reali 
Comune di Torino - Le Residenze Sabaude 
Le Residenze Reali di Torino e del Piemonte 

Come arrivare

In treno
Stazioni FS di Porta Nuova, Porta Susa, Lingotto, Dora. Per info: Trenitalia 

In aereo
Aeroporto internazionale di Torino. Per info: aeroportoditorino.it

In bus
Autolinee Baltournetwork Ibusautolinee Eurolines