Sei in Home / Idee di viaggio / Siti UNESCO / Opere di difesa veneziane

Opere di difesa veneziane

Le "Opere di difesa veneziane tra il XVI ed il XVII secolo: Stato di Terra - Stato di mare occidentale" sono il 53esimo sito UNESCO italiano, un importante riconoscimento che conferma l’Italia al primo posto nella classifica mondiale dei Paesi per numero di siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità

Le opere di difesa veneziane sono raccolte in un sito seriale transnazionale che comprende le più vaste e innovative reti difensive costruite dalla Serenissima, strutture murarie dall’eccezionale valore storico, architettonico e tecnologico.

L'organizzazione e le difese dello "Stato da Tera" (a protezione della Repubblica da altre potenze europee a nord-ovest) e dello "Stato da Mar" (protezione delle rotte marittime e dei porti dell'Adriatico verso il Levante) erano necessarie per sostenere l'espansione e le rotte commerciali della Repubblica di Venezia.

Dei sei siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità, tre si trovano entro i confini italiani, in Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

Il viaggio di scoperta di questi gioielli di “eccezionale valore universale” inizia da Bergamo, splendida città d’arte lombarda, nominata sito UNESCO in ragione delle imponenti opere murarie difensive e dei bastioni realizzati nel XVI secolo durante la dominazione della Repubblica di Venezia.

Bergamo rappresentava l'avamposto più occidentale dell'intero sistema difensivo, la piazzaforte che aveva il compito di proteggere lo Stato de Tera mostrando la potenza della Repubblica, con lo scopo di dissuadere le mire espansionistiche dei grandi regni europei. 

L'imponente cinta muraria che circonda la città alta si estende per più di 6 Km, raggiungendo in alcuni punti l’altezza di 50 mt, ed è dotata di quattro porte monumentali che consentono l’accesso nel centro storico. 

Adagiata sulle sponde del Lago di Garda, collocata nella Riviera degli Ulivi si trova Peschiera del Garda, affascinante Città-fortezza del Veneto, costruita a forma di pentagono. 

Le mura e gli imponenti bastioni sembrano emergere direttamente dalle acque del lago, e si ergono a protezione di un centro storico perfettamente conservato, vivo e ricco di fascino.

Dal punto di vista tipologico Peschiera è un eccezionale e raro esempio di città fortificata magistralmente inserita in un contesto lacustre-fluviale.

La maestosa cinta muraria è un’opera di edilizia militare progettata da Guidobaldo della Rovere, e realizzata - a partire dal 1549 - dal veronese  Michele Sanmicheli, architetto e urbanista italiano di stampo manierista, tra i più importanti della sua epoca. 

La “fortificazione alla moderna”, termine con cui si fa riferimento al nuovo sistema di difensivo concepito in Italia a partire dal XV secolo per ovviare all’introduzione della polvere da sparo e allo sviluppo dell'artiglieria, si sovrappone all’andamento pentagonale della preesistente struttura medievale, alla quale aggiunge i cinque bastioni e le due porte di ingresso. 

La Fortezza di Peschiera del Garda venne, inoltre, rinforzata con terrapieni e cavaliere, struttura adatta all'utilizzo della gittata delle artiglierie grazie sua altezza elevata.

Il terzo capolavoro di architettura militare veneziana si trova in Friuli-Venezia Giulia: si tratta di Palmanova, città fortezza a forma di stella a nove punte, costruita dalla Serenissima per difendere i propri confini dalla minaccia ottomana e austriaca. La particolare struttura esagonale e la sua perfetta simmetria rendono Palmanova una città unica nel suo genere, una vera macchina da guerra con bastioni e mura progettati in considerazione della gittata dei cannoni del tempo. Palmanova rappresenta la "città fortificata ideale", perfetta sintesi tra le utopie rinascimentali e le teorie militari e belliche del tempo.

La fortezza contiene un nucleo urbano centrale di 70 ettari racchiuso all'interno di tre mura concentriche - due mura veneziane e il perimetro più esterno francese - che conferiscono a Palmanova la sua caratteristica forma a stella a nove punte. 

Le Opere di difesa veneziane costituiscono un'eccezionale testimonianza della cultura militare "alla moderna", evolutasi nei territori della Repubblica di Venezia nel XVI e XVII secolo.

Le fortezze di Bergamo, Peschiera del Garda e Palmanova sono mete raffinate ed intriganti, che consentono una esplorazione di scoperta del genio militare, della storia e dell’architettura della Serenissima.