Sei in Home / Idee di viaggio / Siti UNESCO / Monte San Giorgio, i fossili

Monte San Giorgio, i fossili

Monte San Giorgio, massiccio montuoso di forma piramidale situato a sud del lago di Lugano, fra Lombardia e Svizzera, è un sito di estrema importanza storica, archeologica e scientifica. Punto di riferimento mondiale per la ricerca paleontologica, il versante italiano di Monte San Giorgio è stato inserito, nel 2010, nel World Heritage List dell'UNESCO, completando così il riconoscimento che il sito in territorio svizzero aveva già ricevuto nel 2007. Le sue rocce, infatti, contengono una ricca quantità di fossili risalenti a circa 250 milioni di anni fa (Triassico Medio), molti dei quali in eccezionale stato di conservazione.
Il complesso dei Monti San Giorgio, Monte Pravello e Monte Orsa | Foto di F.Maffi
I reperti documentano la vita in quella che all'epoca era una laguna di ambiente tropicale, protetta e parzialmente separata dal mare aperto da una sottile barriera corallina. I sedimenti di Monte San Giorgio costituiscono la migliore testimonianza fossile di vita marina del periodo Triassico e sono estremamente significativi per lo studio dell'evoluzione delle specie in relazione ai cambiamenti geo-climatici. 

Monte San Giorgio è un luogo veramente unico: le altre aree fossilifere di pari importanza internazionale, infatti, contengono prove di vita terrestre, piuttosto che marina. È di estremo interesse per lo studio scientifico, inoltre, la presenza di cinque diverse formazioni  fossilifere, che raccontano, in successione, l'evoluzione del clima e della vita lungo un arco temporale di circa 15 milioni di anni. 

Durante il Triassico il fondo marino stagnante e povero di ossigeno della laguna, ai margini dell'oceano Tetide, creò un ambiente favorevole alla conservazione dei resti degli animali che vi abitavano, fra cui rettili, pesci, bivalvi, ammoniti, echinodermi e crostacei. La vicinanza alla terraferma, tuttavia, arricchì il campionario con numerosi fossili di specie terrestri, come rettili, piante e insetti ed un esemplare unico di scheletro di arcosauro, il Ticinosuchus

Gli esemplari rinvenuti ammontano, ad oggi, a circa 21 mila, fra cui 30 specie di rettili, 80 specie di pesci e circa 100 specie di invertebrati. Fra i fossili ci sono scheletri che possono raggiungere anche i 6 metri di lunghezza e specie rare come il Sangiorgiosaurus o il Ceresiosaurus, che prendono il loro nome dal luogo di ritrovamento. Molti di questi reperti, oggetto di studio in Svizzera e in Italia da circa settantacinque anni, sono esposti e conservati, in territorio italiano, nei musei di Besano e Milano.

NEI DINTORNI

Una visita ai Musei archeologici che raccolgono i fossili di Monte San Giorgio, come quello di Besano (in provincia di Varese), offre l'opportunità di unire, alla scoperta della preistoria del nostro pianeta, anche piacevoli avventure nella natura. La vicinanza dei laghi Maggiore e di Como rende facile un'escursione in questi luoghi magnifici dove passeggiate e relax si fondono con tour per castelli e dimore nobiliari. Sul lago di Como si potrà approfittare per visitare un altro sito UNESCO: il Sacro Monte della Beata Vergine del Soccorso a Ossuccio. 

Milano, con la sua splendida cattedrale, è solo a un'ora di distanza e ancora più vicina è Monza, in Brianza, con il suo magnifico Duomo ricoperto, all'interno, di affreschi. Da non perdere, per gli amanti dell'astronomia, i non lontani osservatori di Monte Generoso o quello di Sormano, vicino al lago di Como.

Informazioni utili

Informazioni utili

Dati geografici

Regione: Lombardia
Provincia: Varese
Comuni: BesanoClivio, Porto Ceresio, Saltrio,Viggiù

Link utili

In-Lombardia
Museo Civico dei Fossili di Besano
Sito paleontologico di Porto Ceresio 

Come arrivare

In Treno
Stazioni di Besano e Porto Ceresio. Per info: Trenitalia e TreNord 

In aereo
Aeroporto di Milano Malpensa. Per info: aeroporti di Milano

In bus
Network Ibus 

Muoversi in Lombardia