Sei in Home / Idee di viaggio / Natura e paesaggio / L'Italia in verde

L'Italia in verde

L'Italia ha un cuore verde. Sono infatti ben 24 i parchi nazionali del Bel Paese - pari al 5% del territorio nazionale - che turisti e locali possono vivere e scoprire nel rispetto dell'enorme biodiversità che tutelano.
All'interno delle aree protette la natura ed i suoi cicli vitali vengono tutelati, conservati e comunicati, attraverso attività di educazione ambientale insieme a iniziative e manifestazioni enogastronomiche e culturali che si svolgono durante tutto il corso dell'anno.
Dalle alte cime del Gran Sasso alle verdi coste del Circeo, le aree protette rappresentano la meta ideale per gli amanti della natura, delle attività all'aria aperta e dello sport.Parco Nazionale del Gran Paradiso

Visitare i parchi significa lanciarsi in un'eccezionale avventura culturale fatta di antichi borghi, torri, castelli, chiese, tradizioni, gastronomia e artigianato locale.
La straordinaria biodiversità e le caratteristiche peculiari di ciascuna area protetta consentono di vivere esperienze uniche ed indimenticabili in tutte le stagioni dell'anno.

Valle d'Aosta, Piemonte e Veneto
Fra i parchi italiani più importanti spicca il Parco Nazionale del Gran Paradiso (Valle d'Aosta  - Piemonte), istituito nel 1922 e legato alla figura del suo animale simbolo: lo stambecco. Un vero e proprio eden dove trascorrere rilassanti soggiorni in famiglia o con gli amici, coniugando attività sportiva, gastronomia tipica ed attività didattiche per grandi e bambini.L'unicità e l'incredibile valore scientifico, ambientale ed estetico di alcuni parchi è stato riconosciuto anche dall'UNESCO, come nel caso del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi (Veneto), meta irrinunciabile per gli amanti della montagna e dello sport sia in inverno che in estate.

Abruzzo, Lazio e Molise
Nell'Italia centrale merita sicuramente una menzione il più antico dei parchi della montagna appenninica, il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise che, grazie alla zonizzazione del territorio, riesce a coniugare conservazione e sviluppo preservando una fauna interessantissima: aquile reali, orsi bruni marsicani, lupi,  stambecchi e camosci sono solo alcuni degli esemplari che è possibile osservare.

Emilia Romagna, Toscana
e Puglia
Se siete amanti dei fiori e della flora in genere, migliaia di specie endemiche e rare vi attendono con i loro magnifici colori e profumi: orchidee, primule, gigli,  faggi, querce, lecci, castagni, abeti rossi e bianchi, piante di ginepro e mirto, senza dimenticare le antiche Foreste Casentinesi (Emilia Romagna - Toscana) e la Foresta Umbra, ultimo esempio della primigenia e millenaria selva del promontorio del Gargano (Puglia).

Calabria e Basilicata
Spostandosi a sud troviamo il più grande fra i parchi italiani, il Parco Nazionale del Pollino (Calabria-Basilicata) col suo immenso patrimonio floristico e la Grotta del Romito, considerato uno dei siti archeologici più antichi e importanti d’Europa in seguito al ritrovamento di resti umani risalenti ad oltre diecimila anni fa.

Gli altri parchi
Ogni area protetta è dotata di ottime strutture ricettive pronte ad accogliervi con la massima professionalità e cortesia. Alberghi, B&B, affittacamere, ostelli, agriturismi, campeggi ed aree camper fungeranno da punto di partenza per scoprire i tesori custoditi nel territorio: dal sito UNESCO di Castel del Monte (Parco Nazionale dell'Alta Murgia), ai luoghi della fede come San Giovanni Rotondo (Parco Nazionale del Gargano) dall'antica città di Paestum (Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni in Campania) alle splendide spiagge de La Maddalena (Sardegna).

Se amate la vita attiva e lo sport, i Parchi Nazionali mettono a vostra disposizione delle palestre a cielo aperto di inestimabile bellezza in cui praticare trekking, arrampicata, parapendio, passeggiate a cavallo e in bici, immersioni, vela, canoa e un gran numero di sport invernali, sempre nel pieno rispetto della natura e dei suoi protagonisti.