Sei in Home / Idee di viaggio / Natura e paesaggio / L’italia delle stelle

L’italia delle stelle

L’Italia è un paese magnifico da visitare, anche con gli occhi rivolti verso il cielo. Una guida itinerante lunga la penisola vi illustrerà alcuni degli osservatori astronomici in cui è possibile effettuare visite e godere di un panorama sicuramente suggestivo.

Valle d'Aosta
Iniziamo dall’Osservatorio astronomico della Valle d’Aosta, sito nella valle di Saint Barthélemy, in provincia di Aosta. Ultimata nel 2003 e unica nel suo genere per la varietà della strumentazione disponibile, la struttura annovera anche una stazione meteorologica, un laboratorio eliofisico, un percorso didattico e un planetario. 

Veneto e Lombardia

In Veneto c’è l’Osservatorio astronomico di Padova, una delle principali strutture del INAF Istituto Nazionale di Astrofisica, conosciuta anche con il nome di “Specola”, risalente al 1767.
L’edificio si trova nella parte antica del castello medievale di Padova del XIII sec. La struttura di osservazione per eccellenza è situata ad Asiago, fondata nel 1942 è collegata all’osservatorio di Padova.

Diversi i centri di osservazione in Lombardia. Ad iniziare dall’Osservatorio astronomico di Brera (OAB), riconosciuto a livello mondiale e ritenuto la più antica istituzione scientifica di Milano
Due le sedi: quella di Milano, a Brera, fondata nel 1762, con un prezioso archivio storico, due grandi biblioteche e tre cupole (la “Zagar”, quella “del cercatore di comete” e la “Schiaparelli”) aperte per visite diurne e notturne; la sede di Merate (LC), in Brianza con due cupole storiche, una sala multimediale e una biblioteca con oltre 6000 libri, tutte aperte al pubblico.

Piemonte, Emilia Romagna, Abruzzo
In Piemonte da non perdere le interessanti visite diurne e notturne presso l’Osservatorio astronomico di Torino, nato nel 1759 in un palazzo nel centro del capoluogo e trasferito nel 1912 nell’attuale sede in cima alla collina di Pino Torinese, a 9 km da Torino e a 6 km da Chieri. 

In Emilia Romagna, oltre all’osservatorio astronomico di Bologna e alla sua stazione di Laiano, segnaliamo a San Giovanni Persiceto (Bo), la presenza di un’intera area dedicata all’astronomia, comprensiva di planetario, museo (con la collezione di meteoriti più importante d’Italia) e l’Osservatorio, in cui è possibile osservare i vari eventi astronomici. Spettacolare è l’osservazione delle macchie solari grazie all’eliostato.

Suggestiva in Abruzzo la visita alla stazione osservativa di Campo Imperatore sul Gran Sasso, a quota 2200m, attiva dal 1958 ed equipaggiata con due telescopi per osservazioni di supernovae e per attività divulgativa e didattica.
La stazione riceve ogni anno migliaia di persone che in inverno raggiungono l’osservatorio grazie ad una cabinovia dalla zona Villetta (Fonte Cerreto).

Lazio e Campania
Famoso nel Lazio è l’Osservatorio astronomico di Roma
Fondato nel 1938, nell’antica Villa Mellini sul promontorio di Monte Mario, dall’edificio si ha una meravigliosa vista sulla capitale. 
Dal 1988 l’osservatorio è affiancato dalla sede di Monte Porzio Catone, presso Frascati, dove ogni anno diversi progetti e rassegne permettono al pubblico di avvicinarsi all’astronomia. 
Presidio istituzionale delle scienze del cielo nel Meridione continentale è l'Osservatorio di Capodimonte, in provincia di Napoli, che ha conservato intatto il fascino dell’edificio ottocentesco della Specola. 


Sicilia
In Sicilia, segnaliamo la presenza di due strutture: il primo è l’Osservatorio astronomico di Palermo, sito nel Palazzo dei Normanni, ai bordi del magnifico centro storico, che ogni anno organizzai eventi astronomici in luoghi suggestivi del territorio siciliano. 
Il secondo è il Centro studi astronomico di Roccapalumba, inaugurato nel 2008.


Informazioni utili

Da sapere

  • In Lombardia ci sono anche l’osservatorio sul Monte Generoso, nelle Prealpi Luganesi, al confine tra Svizzera e Italia, e quello di Sormano sulle Prealpi Lombarde a più di mille metri d’altezza e a 40 km da Milano, entrambi visitabili.

  • Presso Osservatorio astronomico di Padova vi sono cupole, telescopi, una sala multimediale, e vi è la possibilità di visitare il telescopio Copernico di Cima Ekar.

  • Tra  le iniziative segnaliamo le serate osservative con il Monte Porzio Telescope (MPT), grazie al quale tutti possono vivere l’emozionante esperienza dell’astronomia in diretta.

  • L’OAC si è dotato negli anni di un complesso di strutture unico nel suo genere e di un primo nucleo di personale dedicato alla promozione della cultura astronomica, con l’intento di avvicinare i giovani alle scienze del cielo e alle meraviglie scientifiche del nostro tempo.

  • Il Centro studi astronomico di Roccapalumba, è una struttura all’avanguardia, in cui si organizzano osservazioni del Sole, visite dell' Elioplanetografo per ammirare la rotazione e la rivoluzione dei pianeti attorno all’asse ed il sole, studi sulla posizione delle costellazioni zodiacali e osservazioni della volta celeste.


    I Centri di osservazione

  • Valle d'Aosta
    Osservatorio astronomico della Valle d'Aosta

  • Veneto
    Osservatorio astronomico di Padova
    INAF Istituto Nazionale di Astrofisica


    Piemonte
  • Osservatorio astronomico di Torino

  • Emilia Romagna
    Osservatorio astronomico di Bologna
    San Giovanni Persiceto

  • Lazio
    Osservatorio astronomico di Roma
    Monte Porzio Catone

  • Campania
    Osservatorio di Capodimonte

  • Sicilia
    Osservatorio astronomico di Palermo