Sei in Home / Idee di viaggio / Mare / La Riviera di Nausicaa: alla riscoperta della Magna Grecia

La Riviera di Nausicaa: alla riscoperta della Magna Grecia

Dal Parco Archeologico della Roccelletta di Borgia a Capo Colonna, un percorso nella storia della Calabria, attraversando le località turistiche e le coste incantevoli del Mar Jonio, nel Golfo di Squillace.Il Parco archeologico della Roccelletta di Borgia (in provincia di Catanzaro) è il luogo dove sorse la colonia greca di Skylletion. Gli scavi hanno evidenziato strutture di varie epoche come il teatro e il foro romani, e la basilica di Santa Maria della Roccella di origine normanna (1060 d.C.). Dell’antica Skylletion greca, non sono ancora emerse strutture murarie, causa la sovrapposizione della città romana, ma molteplici sono i rinvenimenti ceramici del VI, V e IV secolo a.C. 
All’interno del Parco è ubicato l'Antiquarium che ospita alcuni reperti del luogo, tra cui una splendida serie di statue e ritratti del periodo imperiale (I a.c. - III d.c.).
Il foro romano contempla un’area rettangolare pavimentata e circondata da portici; sono già stati scavati un caesareum, la Curia ed un’aula termale, sono altresì visibili un tempietto, una fontana monumentale ed un tribunale.
Il teatro romano (I e II d.C.) con una capienza di circa 3000 persone sorge appoggiato ad una collina, sulla quale sono stati individuati anche un anfiteatro del II secolo d.C., unico in Calabria, tre impianti termali, una necropoli e un acquedotto.

Proseguendo lungo la strada che costeggia il Mar Jonio, in direzione di Crotone, e attraversando stupende località turistiche, come Sellia Marina e Botricello, si giunge alle Castella di Isola Capo Rizzuto, dove si trova anche l'omonima area marina protetta. La sua particolarità è la posizione: edificato su un isolotto nel 204 a.C., quando il condottiero Annibale vi soggiornò - poi abitato da Arabi e Aragonesi -, è collegato alla costa da un sottile lembo di terra. Anticamente Le Castella non era l’unico castello della zona e il nome al plurale indica che le fortificazioni erano più di una.

A dieci kilometri a sud di Crotone, sul promontorio che affaccia sulla costa ionica di Capo Colonna, e che gli antichi greci chiamavano Heraion Lakinion, sorge il Parco Archeologico di Capo Colonna che si estende su 30 ettari. L'area del Lakinion Akron, una delle più note aree sacre di tutta la Magna Grecia, ruotava attorno al Santuario di Hera Lacinia. Il tempio vero e proprio aveva la classica forma dei templi greci: un imponente complesso di 48 colonne in stile dorico alte oltre 8 metri e costituite da 8 rocchi scanalati. Il tetto era di lastre di marmo e tegole in marmo pario.

Città da non perdere lungo la costa
La “Riviera di Nausicaa” identifica un tratto di mare fra i più suggestivi delle coste calabresi, quel Mar Jonio circoscritto a Sud da Punta Stilo e a Nord da Capo Rizzuto, che conserva le testimonianze della fiorente civiltà della Magna Grecia, e oggi rinomata zona turistica con splendide località balneari e borghi antichi arroccati sulle pendici delle colline.

Squillace
Squillace é divisa in quartieri, e il più importante è quello del centro storico in cui sono presenti molteplici monumenti e chiese, come il Duomo dedicato all’Assunta, il Palazzo del Municipio e il Castello Normanno: imponente edificio il cui sapiente restauro ha reso anche Piazza Castello un luogo da cui godere di una meravigliosa veduta. C’è poi la Squillace Nuova, quartiere di recente costruzione e Squillace lido, ed altri quartieri più piccoli di aspetto rurale. La città vanta un riconoscimento speciale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico le sue ceramiche infatti hanno il marchio DOC.

Copanello
Situata al centro del Golfo di Squillace, lunga la splendida Costa degli Aranci o Costa dei Saraceni, il  suo territorio è caratterizzato da colline lussureggianti e promontori di granito bianco che digradano verso il mare, creando arenili di sabbia fine, mista a scogliere perforate da grotte: la più famosa è quella di San Gregorio. Meta di villeggiatura, ospita numerose testimonianze archeologiche di epoca tardo-romana, come i resti della piccola cappella triabsidata di S.Martino, unica vestigia paleocristiana calabra.

Pietragrande di Montauro 
Sorge nel cuore della Costa degli Aranci, vicina a Catanzaro e Soverato, è un noto centro balneare e turistico La sua spiaggia e le scogliere uniche e ricche di tradizioni storiche sono una cornice splendida.

Soverato
Situato nella parte sud del golfo di Squillace, per la sua bellezza è definito "la perla dello Jonio". Famoso è il suo lungomare e data l’abbondante presenza di cavallucci marini, dal 2009 è stato istituito il parco marino “baia di Soverato”. Oltre ad un moderno teatro comunale, a Soverato vi sono anche un acquario mediterraneo e uno spettacolare giardino botanico.

Sant'Andrea Apostolo dello Jonio
Un territorio ricco di tradizioni ed un paesaggio variegato che abbraccia mare, montagne e zone collinari. Famoso luogo di villeggiatura con splendide acque cristalline e spiagge incontaminate, il paese è anche ricco di monumenti e Chiese da visitare, come la Chiesa matrice dei Santi Apostoli Pietro e Paolo o la Cappella di Palazzo Scoppa.

Badolato

Borgo medievale situato su una collina a pochi chilometri dalla costa ionica, alle sue spalle le pre Serre Calabre. Le sue origini si devono a Roberto il Guiscardo (1080) che fece erigere un Castello fortificato. La frazione di Badolato Marina accoglie consistenti flussi di visitatori.

Informazioni Utili