Sei in Home / Idee di viaggio / Leonardo500 / Leonardo in Lombardia

Leonardo in Lombardia

InLombardia

I territori della Lombardia sono ricchi di tracce lasciate dai soggiorni di Leonardo da Vinci a cavallo tra ‘400 e ‘500. La maggior parte di esse si trova a Milano, città che ha avuto il privilegio di una presenza del maestro toscano molto lunga e feconda. Leonardo si trasferisce infatti nel Ducato di Milano dalla Firenze di Lorenzo il Magnifico in qualità di ingegnere e scienziato più che di artista, pronto a servire Ludovico il Moro per i suoi progetti civili e militari.

 

Leonardo e Milano

 

Il capoluogo lombardo custodisce una serie di opere e luoghi vinciani di assoluta rilevanza, un patrimonio da scoprire attraverso un’ideale mappa leonardesca della città.

1. Il Cenacolo Vinciano - Santa Maria delle Grazie

Situato nel refettorio della chiesa rinascimentale di Santa Maria delle Grazie, il Cenacolo è probabilmente la più conosciuta rappresentazione dell’Ultima Cena e una delle opere più famose di Leonardo. Commissionata da Ludovico il Moro, l’opera immortala la reazione di sorpresa mista a sconcerto degli Apostoli all'annuncio del tradimento di Gesù da parte di uno di loro. A differenza di ciò che molti pensano, l’Ultima Cena non è un affresco ma un dipinto parietale a tempera grassa su intonaco, una tecnica particolare che ha provocato sin da subito un rapido deterioramento dell’opera.

L'Ultima Cena - Chiesa di Santa Maria delle Grazie, Milano - Lombardia

2. La Vigna di Leonardo 

Nel 1919, proprio di fronte alla chiesa di Santa Maria delle Grazie, l’architetto Luca Beltrami, appassionato studioso di Leonardo, fece una sensazionale scoperta. Nel corso del restauro della Casa degli Atellani, storico palazzo quattrocentesco milanese, ritrovò un vigneto donato da Ludovico il Moro all’artista toscano impegnato nella realizzazione dell’Ultima Cena. La Casa degli Atellani e “Vigna di Leonardo” sono oggi aperte al pubblico secondo un itinerario che consente di ammirare le viti originarie, tra le quali probabilmente Leonardo si rilassava al termine di una faticosa giornata di lavoro nel refettorio di Santa Maria delle Grazie.

Vigna di Leonardo, Milano - Lombardia

3. La Pinacoteca Ambrosiana e il Codice Atlantico 

La Pinacoteca Ambrosiana custodisce il celebre Codice Atlantico, la più vasta raccolta al mondo di scritti, disegni e appunti di Leonardo: 1.119 fogli con studi di astronomica, ottica, matematica, ecc. All’interno del museo troviamo anche il Ritratto di Musico, dipinto a olio su tavola di un giovane che tiene nella mano un cartiglio con disegnate note musicali, da cui il titolo. La critica ritiene possa essere il ritratto di Atalante Migliorotti, musicista toscano amico di Leonardo. Una visita alla Pinacoteca Ambrosiana permette di ammirare, tra le altre, opere di Caravaggio, Tiziano, Bernardino Luini, Daniele Crespi e Botticelli.

Codice Atlantico - Pinacoteca Ambrosiana, Milano - Lombardia

4. Il Castello Sforzesco e la Sala delle Asse 

All’interno del Castello Sforzesco troviamo uno dei capolavori artistici di Leonardo: la Sala delle Asse. L’intreccio di rami, nastri, frutti e radici che la adorna rivela il genio eclettico del maestro vinciano, che in questa impresa realizza una mirabile sintesi dei suoi studi di pittura, ottica e botanica. Nel 2013 è stato avviato un lungo restauro per restituire la sala al suo antico splendore. Il Castello Sforzesco custodisce anche una preziosa raccolta di scritti leonardiani denominata Codice Trivulziano

Sala delle Asse - Castello Sforzesco, Milano - Lombardia

5. Il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” 

Inaugurato nel 1953, è il più grande museo della scienza e della tecnologia italiano e uno dei più importanti a livello internazionale. Espone la più vasta collezione al mondo di modelli di macchine realizzati a partire da disegni di Leonardo.

Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, Milano - Lombardia

6. Leonardo e i Navigli

Durante il lungo soggiorno milanese, Leonardo lavorò alla realizzazione di una parte dei Navigli, le famose vie d’acqua della città. Egli si occupò in particolare del collegamento fra il Naviglio della Martesana e la fossa interna, progettando inoltre il passaggio delle rapide dell'Adda direttamente al Lario. I progetti erano talmente complessi che il Naviglio di Paderno e il Naviglio Pavese vennero completati solo due secoli dopo.

Naviglio di Paderno - Lombardia

Il centro storico di Milano conserva oggi un solo resto del Naviglio Martesana progettato dal maestro vinciano: la Conca dell'Incoronata, riconosciuta come opera monumentale dal 1967. Il ponte, la chiusa e la garitta sono identici a quelli oggi visibili nel Codice Atlantico (f. 240 r-c) conservato nella Biblioteca Ambrosiana di Milano.

Naviglio di San Marco, Milano - Lombardia

 

Leonardo nel resto della Lombardia

Vigevano e il Castello Sforzesco

Nel Castello Sforzesco di Vigevano, dove Leonardo fu ospitato in più occasioni, è possibile ammirare tutta l’opera del genio in “Leonardiana”, un’installazione multimediale interattiva permanente che include i codici leonardeschi sparsi per il mondo e riproduce in scala reale tutti i dipinti finora attribuiti a Leonardo.

Leonardiana, Castello Sforzesco di Vigevano - Lombardia

Ecomuseo dell'Adda 

L’Ecomuseo dell’Adda è una tipologia di museo all’aperto che si sviluppa lungo i territori toccati dal corso del fiume Adda. Le tracce di queste località e di questi paesaggi sono rimaste impresse in diversi scritti vinciani. Percorsi in bici, in barca, a cavallo o a piedi, consentono di raggiungere diversi luoghi e attrazioni legati o ispirati al passaggio del genio vinciano, come il traghetto di Leonardo, la Villa Melzi d’Eril a Vaprio d’Adda, il Castello di Trezzo o la Casa del Custode delle Acque, che ospita la galleria interattiva “Leonardo in Adda”.

Traghetto di Leonardo, Ecomuseo dell'Adda - Lombardia

Tre Corni alla Rocchetta 

Lungo il percorso dell’Ecomuseo gli amanti dell’arte potrebbero imbattersi in un paesaggio familiare: il rilievo dei Tre Corni alla Rocchetta, riprodotto sullo sfondo della celebre dipinto "Vergine delle Rocce". 

Tre corni alla Rocchetta, Paderno d’Adda - Lombardia

Il Duomo di Pavia 

Infine, forse non tutti sanno che Leonardo ha contribuito alla progettazione del Duomo di Pavia, trovandosi in visita in questa città durante le prime fasi di costruzione.

Duomo di Pavia - Lombardia