Sei in Home / Idee di viaggio / Leonardo500 / Leonardo e l'arte

Leonardo e l'arte

L’eredità artistica di Leonardo non è particolarmente vasta: una trentina di dipinti e alcuni disegni. Eppure alcune opere del Maestro vinciano sono talmente popolari da essere diventate icone dell'arte figurativa di tutti i tempi.
Ne abbiamo selezionato undici (più una) da non perdere in Italia.

Le opere di Leonardo a Firenze


1. L’Annunciazione

Annunciazione - Galleria degli Uffizi, Firenze - Toscana

Annunciazione - Galleria degli Uffizi, Firenze - Toscana

Dipinta probabilmente fra il 1472 e il 1475, quando era ancora a bottega dal Verrocchio, L’Annunciazione è la più nota opera giovanile di Leonardo. Questo quadro, conservato agli Uffizi di Firenze, rappresenta una piccola rivoluzione nella storia dell’arte. Pur mantenendo la classica posizione dell’Angelo e di Maria, invece di rappresentare la scena all’interno della solita loggia inserisce le due figure in un giardino.

2. Paesaggio con fiume

Paesaggio con fiume, Gabinetto dei disegni e delle stampe - Gallerie degli Uffizi, Firenze - Toscana

Paesaggio con fiume, Gabinetto dei disegni e delle stampe - Gallerie degli Uffizi, Firenze - Toscana

Il Gabinetto dei disegni e delle stampe degli Uffizi custodisce il Paesaggio con fiume, uno dei primi disegni di Leonardo, realizzato durante il periodo di formazione in bottega. Il paesaggio raffigurato è probabilmente quello del Valdarno Inferiore.

3. Battesimo di Cristo

Battesimo di Cristo - Galleria degli Uffizi, Firenze - Toscana

Il quadro, esposto agli Uffizi, è stato realizzato da Andrea del Verrocchio insieme ad alcuni collaboratori, tra cui Leonardo. Giorgio Vasari, storiografo del XVI secolo, racconta che Leonardo eseguì con tanta maestria l’angelo di sinistra da suscitare l’invidia del suo maestro. Gli studiosi moderni sostengono che il genio vinciano è intervenuto anche nell’esecuzione del paesaggio fluviale e della figura di Cristo.

4. Adorazione dei Magi

Adorazione dei Magi - Gallerie degli Uffizi, Firenze - Toscana

Adorazione dei Magi - Gallerie degli Uffizi, Firenze - Toscana

L’opera, rimasta incompiuta a causa del trasferimento a Milano di Leonardo, mostra la Madonna con in braccio Gesù Bambino, circondati dai Magi e da una folla in adorazione. Sullo sfondo, un’architettura in rovina (forse il Tempio di Gerusalemme) e uno scontro tra cavalieri. Anche questo dipinto è esposto alle Gallerie degli Uffizi.

5. La Battaglia di Anghiari

Salone dei Cinquecento - Palazzo Vecchio, Firenze - Toscana

Nel 1503 Leonardo riceve l’incarico di affrescare una delle grandi pareti della Sala dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze con una scena raffigurante la Battaglia di Anghiari. Ma il Maestro vinciano non amava la tecnica dell’affresco, che imponeva un’esecuzione rapida dell’opera. Provò ad applicare la tecnica dell’encausto, ma la sperimentazione si risolse in un insuccesso: i colori cominciarono a colare lungo la parete già durante il fissaggio. La Battaglia di Anghiari rimase esposta per 50 anni prima di essere coperta dagli affreschi del Vasari, incaricato di ristrutturare e decorare la sala.

Tavola Doria (copia di un particolare della Battaglia di Anghiari) - Gallerie degli Uffizi, Firenze - Toscana

Tavola Doria (copia di un particolare della Battaglia di Anghiari) - Gallerie degli Uffizi, Firenze - Toscana

Ad Anghiari il percorso del Museo della Battaglia e di Anghiari, unico centro di documentazione sull'opera, consente di scoprire la storia del territorio, del celebre combattimento e dell’affresco di Leonardo.

Le opere di Leonardo a Milano


6. Ritratto di musico

Ritratto di musico - Pinacoteca Ambrosiana, Milano - Lombardia

Ritratto di musico - Pinacoteca Ambrosiana, Milano - Lombardia

Il quadro è l’unico dipinto su tavola di Leonardo rimasto a Milano. Un tempo si pensava che ritraesse Ludovico il Moro, finché i restauri del 1905 non fecero emergere la mano con il cartiglio musicale. L’uomo raffigurato è probabilmente Atalante Migliorotti, musico toscano amico di Leonardo. La profondità dello sguardo del personaggio ricorda i ritratti di Antonello da Messina.

7. L’Ultima cena

L’Ultima cena - Santa Maria delle Grazie, Milano - Lombardia

L’Ultima cena - Santa Maria delle Grazie, Milano - Lombardia

«In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà». Con il Cenacolo Leonardo materializza davanti ai nostri occhi le reazioni degli Apostoli (i “moti dell’animo”) nell’udire queste terribili parole pronunciate da Gesù nel corso della sua ultima cena. L’Ultima Cena è stata inclusa nella lista dei siti UNESCO nel 1980 insieme alla Chiesa e al Convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.

8. Ritratti dei duchi di Milano con i figli

Crocifissione, Donato Montorfano - Santa Maria delle Grazie, Milano - Lombardia

Crocifissione, Donato Montorfano - Santa Maria delle Grazie, Milano - Lombardia

All’interno del refettorio di Santa Maria delle Grazie troviamo un’altra opera di Leonardo, i Ritratti dei duchi di Milano con i figli, dipinti “divinamente” secondo il Vasari agli angoli della Crocifissione di Donato Montorfano. Le figure di Ludovico il Moro, di sua moglie e dei suoi due figli appaiono oggi purtroppo notevolmente deteriorate e poco riconoscibili.

9. Intrecci vegetali con frutti e monocromi di radici e rocce (Sala delle Asse, Castello Sforzesco)

Sala delle Asse - Castello Sforzesco, Milano - Lombardia

Sala delle Asse - Castello Sforzesco, Milano - Lombardia

L’abilità del pittore e la sapienza dello studioso osservatore attento della natura sono evidenti nella decorazione realizzata da Leonardo nella Sala delle Asse situata nel torrione nord-est del Castello Sforzesco di Milano. L’intreccio di rami, nastri, frutti e radici crea, con effetto trompe-l’oeil, l’illusione di un vero pergolato.

Le opere di Leonardo nel resto d'Italia


10. La Scapigliata - Parma

La Scapigliata - Museo Nazionale di Parma - Emilia Romagna

La Scapigliata - Museo Nazionale di Parma - Emilia Romagna

“La Scapigliata” - conosciuta anche come “Testa di fanciulla” - è un piccolo (24x21 cm) capolavoro elegante e delicato che mostra tutta l’abilità di Leonardo nel raffigurare, con pochi tratti, gli stati d’animo di una giovane dall’aria introspettiva, con gli occhi rivolti verso il basso e un sorriso appena accennato. I capelli, lievemente scomposti, fanno da contrasto a quest’immagine schiva e pudica. Il dipinto è conservato nella Galleria nazionale di Parma dal 1839.

11. L’uomo vitruviano - Venezia

Studio di proporzioni del corpo noto come Uomo vitruviano, Gallerie dell’Accademia - Venezia - Veneto

Studio di proporzioni del corpo noto come Uomo vitruviano, Gallerie dell’Accademia - Venezia - Veneto

Questo straordinario disegno, custodito presso le Gallerie dell'Accademia a Venezia, è uno studio delle proporzioni del corpo umano, rappresentato attraverso una figura ideale iscritta in due posizioni all’interno di un cerchio e di un quadrato. Molti sono i significati simbolici attribuiti all’opera, talmente nota da essere diventate una vera e proprio icona pop, imitata e riprodotta in infinite variazioni.

* Ritratto di Acerenza - Vaglio di Basilicata

Tavola lucana - Museo delle Antiche Genti di Lucania, Vaglio di Basilicata - Basilicata

Tavola lucana - Museo delle Antiche Genti di Lucania, Vaglio di Basilicata - Basilicata

Il Ritratto di Acerenza è conservato nel Museo delle Antiche Genti di Lucania a Vaglio di Basilicata, ma l’attribuzione a Leonardo è controversa, nonostante le ricerche scientifiche condotte attraverso la datazione al carbonio 14, l’analisi grafologica della scritta “PINXIT MEA” (L’ho dipinto io) sul retro e una ricerca condotta su un’impronta digitale impressa sulla tavola.