Sei in Home / Idee di viaggio / Cultura e spettacolo / La Galleria Borghese

La Galleria Borghese

La Galleria Borghese di Roma è probabilmente il museo più affascinante d'Italia. Un antico palazzo seicentesco ne custodisce la sede e i suoi magnifici stucchi rappresentano la cornice ideale di capolavori artistici conosciuti in tutto il mondo. Insieme a bassorilievi e mosaici antichi di stupenda fattura, la Galleria, voluta dal cardinale Scipione Borghese, conserva infatti dipinti di Tiziano e di Caravaggio, sculture di Canova e Bernini, opere di una bellezza senza pari.Tiziano amor Sacro e amor profanoSin dalle origini del progetto la Villa fu pensata per essere un luogo di cultura: museo, per l'esposizione di immagini d'arte antica da raffrontare a quelle dell'età moderna; diorama per la contemplazione della natura con piante, animali rari e campioni fossili. Ma anche luogo di studio e biblioteca per meglio comprendere la tecnologia moderna (ospitava automi, specchi, lenti e orologi). Una grande uccelliera, la coltura del baco da seta, le piante più rare e un giardino zoologico costituivano il Teatro dell'Universo voluto dal cardinale. 

La Storia
La palazzina borghese e il parco associato furono realizzati agli inizi del XVII secolo appena fuori le mura aureliane sul terreno di un vigneto e i lavori di costruzione del palazzo, prima affidati all'architetto Flaminio Ponzio e poi a Vasanzio si svolsero sostanzialmente in un anno, nel 1612, mentre l'arredo con le opere di scultura e la sistemazione dei giardini si protrassero fino all'anno 1620. Fu Ponzio, architetto di fiducia del papa Paolo V, nome ecclesiastico di Camillo Borghese, zio di Scipione, che progettò la perfetta volumetria delle sale e volle per l'architettura esterna l'ordine dorico liberando l'architettura del palazzo dall'aspetto tradizionale delle ville romane suburbane.

Sebbene grazie alla ricchezza e al potere accumulato dalla famiglia Scipione riuscì a creare una delle più vaste e importanti collezioni personali di tutti i tempi, molte di queste opere - statue, busti e colonne - furono successivamente cedute da un suo parente, Camillo, marito di Paolina Bonaparte, proprio al fratello della moglie, Napoleone, e oggi fanno parte del fondo Borghese del Louvre.

Da vedere
E proprio il ritratto marmoreo di Paolina Bonaparte Borghese, uno dei capolavori del neoclassicismo, eseguito dal Canova tra il 1805 e il 1808, ritrae la moglie di Camillo Borghese come una Venere Vincitrice ed è il pezzo più noto della raccolta attuale del Museo Borghese insieme all'Apollo e Dafne e al Ratto di Proserpina di Gian Lorenzo Bernini
Oltre ai numerosi gruppi marmorei, nelle sale della galleria si possono ammirare dipinti di Raffaello, TizianoAntonello da MessinaCranach e Caravaggio. Fra questi, il David con la testa di Golia, opera del periodo napoletano di Caravaggio, realizzato poco prima della sua morte, dove il magnifico chiaroscuro enfatizza la testa del Golia che si ritiene essere un autoritratto del controverso pittore. Anche il di lui famoso Ragazzo col cestino di frutta è esposto nella galleria. La Deposizione di Rubens illustra molto bene le influenze della statuaria classica sul giovane pittore fiammingo mentre l'Amore sacro e amor profano di Tiziano e la Danae del Correggio - acquistata nel 1827 da Camillo Borghese a Parigi - sono solo alcune delle altre e numerose opere che giustificano il viaggio e la visita della galleria.

Curiosità
Nel 1608 Scipione ordinò l'asportazione clandestina della Deposizione di Raffaello dalla cappella Baglioni nella chiesa di S.Francesco a Perugia. Un atto illegittimo, ma dopo il trasporto a Roma il dipinto fu assegnato al cardinale Scipione con motu proprio papale. 
Poco prima della sua morte, avvenuta nel 1633 Scipione aveva operato per rendere la collezione inalienabile con un espediente legale detto di fideicommissum, per obbligare tutti i suoi eredi a mantenerla intatta. Non ci riuscì.

Informazioni utili

Informazioni utili

Link utili

Museo e Galleria Borghese
Piazzale del Museo Borghese 5, Roma
Informazioni e prenotazione biglietti tel. +39 06 32810
E' obbligatorio prenotare il biglietto (+ € 2,00 costo diritto di prenotazione)

http://www.galleriaborghese.it/borghese/it/info.htm 

Orari
Martedì/Domenica: 8.30 -19.30 (accesso ogni due ore)
Chiusura: Lunedì; 25/12 -01/01
La biglietteria chiude alle 18.30

Biglietti
Il biglietto non è rimborsabile. Non sono ammesse cancellazioni o cambi di biglietti emessi.
La Galleria e il Museo Borghese rientrano nel circuito della Roma Pass, e della Villa Borghese Card
Intero € 11,00 
Ridotto € 5,50 

 

Altri Link
Una breve storia di Roma

A spasso per Roma

La Roma antica e imperiale

Il Colosseo

Il Foro romano

I Fori Imperiali

I Musei di Roma

Castel Sant' Angelo

I Musei Capitolini

La Roma cristiana

Città del Vaticano

La Basilica di San Pietro

Le Catacombe

Virtual Tour

Tour Virtuali di Roma