Sei in Home / Idee di viaggio / Cultura e spettacolo / Carnevale in Italia: i migliori eventi da nord a sud

Carnevale in Italia: i migliori eventi da nord a sud

In occasione del Carnevale l’Italia si riempie di tanti eventi diversi da città a città, esplosione di colori, musica e tradizione. Qui abbiamo raccolto per voi i festeggiamenti di Carnevale più interessanti e caratteristici da nord a sud.

Maschere tra calli e canali: il Carnevale di Venezia

 

Carnevale di Venezia

Il Carnevale di Venezia, Veneto

Tra i più celebri al mondo, il Carnevale di Venezia richiama ogni anno frotte di turisti e curiosi per ammirare dal vivo Piazza San Marco, i canali e le calli di Venezia animate dai colori e dalle suggestioni di maschere e costumi eleganti. Dalle origini antichissime (era infatti già menzionato in un documento del 1094), il Carnevale di Venezia ha il suo emblema nella maschera, dietro cui i cittadini della Serenissima potevano celare la propria identità e annullare ogni distinzione sociale. Numerosi gli eventi e le celebrazioni in programma, dall’8 al 25 febbraio 2020: dal famoso Volo dell’Angelo dal Campanile di San Marco alla rievocazione storica della Festa delle Marie fino allo Svolo del Leon, il tributo al Leone Alato di San Marco, simbolo di Venezia, oltre a sfilate in maschera e concorsi della maschera più bella, cortei in barca, galà e Dj set, concerti e stand enogastronomici.

Festa a colpi di arance: il Carnevale di Ivrea

 

Carnevale di Ivrea

Il Carnevale di Ivrea, Piemonte

Tra le celebrazioni più originali e folcloristiche dello Stivale ci sono i festeggiamenti dello Storico Carnevale di Ivrea, in Piemonte, unici nel loro genere per via della spettacolare “Battaglia delle Arance”: una rievocazione medievale che si svolge nei tre giorni intorno al Martedì Grasso (quest’anno sarà il 23, 24 e 25 febbraio 2020) che fa rivivere lo scontro tra gli “aranceri a piedi”, che rappresentano il popolo, e i tiratori di arance, che sfilano per le vie della città a bordo di carri trainati da cavalli, a rappresentare il tiranno. Ma i rituali del Carnevale di Ivrea sono ben più articolati: tra le varie rievocazioni storiche ci sono anche il falò dell’Abbruciamento dello Scarlo, l’Alzata degli Abbà e l’attesissima presentazione della Mugnaia. Elemento distintivo del Carnevale di Ivrea è il berretto rosso: accessorio da portare obbligatoriamente per non essere scambiati per arancieri e quindi per poter essere risparmiati dalle arance.

Il Carnevale delle arti e dei mestieri: il Carnevale di Cento

 

Carnevale di Cento

Il Carnevale di Cento, Emilia Romagna

Dedicato alle arti, ai mestieri e alle tradizioni della città, dalle origini antichissime e gemellato niente di meno che con il Carnevale di Rio, il Carnevale di Cento, in provincia di Ferrara, si contraddistingue per la tradizione del gettito: i figuranti, su carri allegorici che sfilano tra le vie della città, lanciano alla folla gadget e oggetti svariati come palloni gonfiabili e peluche. Cuore della festa è Piazza Guercino, dove avviene il rogo del Tasi, la maschera caratteristica della cittadina. Oltre alla sfilata dei carri con maschere e gruppi in costume, dal 9 febbraio all’8 marzo 2020 sono in programma concerti, esibizioni di gruppi brasiliani ed eventi collaterali di sport, cultura e sapori.

Il Carnevale di Viareggio: maschere e cartapesta sul Lungomare

 

Carnevale di Viareggio

Il Carnevale di Viareggio, Toscana

Con una tradizione che risale al 1873, il Carnevale di Viareggio è tra i carnevali più famosi a livello internazionale grazie ai suoi enormi e spettacolari carri allegorici, risultato del lavoro di oltre 1.000 operai di oltre 25 ditte: costruiti in cartapesta, i carri e le loro gigantesche caricature di cartone affrontano con satira pungente temi contemporanei rappresentando personaggi politici e dello spettacolo. Oltre alle sfilate sul Lungomare di Viareggio, in programma dal 1 al 25 febbraio 2020, tutto il Carnevale è accompagnato da feste rionali, visite guidate, laboratori e una sfilata notturna, il 20 febbraio, per festeggiare il Giovedì Grasso.

Il Carnevale di Fano, il più antico d’Italia

 

Carnevale di Fano

Il Carnevale di Fano, Marche

È considerato il Carnevale più antico d’Italia insieme a quello di Venezia (il primo documento che attesta la sua origine è del 1347): il Carnevale di Fano, nelle Marche, spicca per i suoi carri allegorici creativi e per il “getto”. A essere lanciati al pubblico, durante le sfilate nelle tre domeniche che precedono il martedì grasso (quest’anno il 9, il 16 e il 23 febbraio 2020), non sono i coriandoli, ma quintali di caramelle, cioccolatini e leccornie varie. I carri del Carnevale di Fano raggiungono anche i 16 metri d’altezza, sono illuminati da una miriade di luci e accompagnati dalla “musica arambita” (musica arrabbiata in dialetto), ovvero un bizzarro gruppo di strumentisti che suona oggetti di fortuna. In testa al corteo c’è il Pupo - Vulon in dialetto -, la maschera locale.

Tra folklore e tradizione: il Carnevale di Mamoiada

 

Carnevale di Mamoiada

Il Carnevale di Mamoiada, Sardegna

In Sardegna c’è un Carnevale assai insolito: quello di Mamoiada, in provincia di Nuoro. Questa è una festa carnevalesca misteriosa e ancestrale che al posto dei carri allegorici porta in scena originali maschere folkloristiche: gli Issohadores, con copricapo tradizionale, maschera bianca, corpetto rosso, pantaloni bianchi, scialle, sonagli e una fune, e i Mamuthones, che indossano pelli di ovino e maschere di legno e che camminano lenti, curvi sotto il peso di 30 kg di campanacci. Nato presumibilmente come rito propiziatorio per il raccolto, questo Carnevale si svolge con una sfilata in cui gli Issohadores coinvolgono le donne lanciando loro la fune che portano addosso, gesto considerato auspicio di fertilità. Gli eventi del Carnevale di Mamoiada vanno dal 16 gennaio al 28 febbraio 2020, con sfilata tradizionale il 23 e il 25 febbraio.

Di giovedì in giovedì con il Carnevale di Putignano

 

Carnevale di Putignano

Il Carnevale di Putignano, Puglia

Giunto quest’anno alla sua 626° edizione, il Carnevale di Putignano, in Puglia – in calendario dal 9 al 29 febbraio 2020 - mescola tradizioni ancestrali e creazioni contemporanee, con sensazionali carri allegorici realizzati da mastri cartapestai noti in tutto il mondo. I festeggiamenti prendono avvio il 17 gennaio, festa di San’Antonio Abate, e si succedono ogni giovedì, con giornate dedicate a diverse categorie (il giovedì dei Monsignori, dei Preti, delle Monache, delle Vedove, dei Pazzi, delle Mogli fino al Giovedì dei Cornuti, con il divertente rito del taglio delle corna). Maschera tradizionale è Farinella, il cui nome è preso in prestito da uno dei piatti più apprezzati della cucina locale.

Il Carnevale di Acireale, tra luci e fiori

 

Carnevale di Acireale

Il Carnevale di Acireale, Sicilia

Il Carnevale di Acireale è infine il più famoso di tutta la Sicilia, una manifestazione storica ricca di colori e musica che risale al XVI secolo, quando era tradizione sfidarsi a colpi di arance e limoni (poi vietate). Tra le vie dello splendido centro barocco di Acireale si svolgono le sfilate delle maschere e dei carri di cartapesta: oltre ai mastodontici carri allegorici-grotteschi dotati di sofisticati movimenti meccanici e luci, sfilano anche carri infiorati con soggetti realizzati interamente con fiori freschi e carri in miniatura, spesso miniature degli stessi carri allegorici, in una vera apoteosi di luci e colori. Quest’anno i festeggiamenti del Carnevale saranno dall’8 al 25 febbraio 2020, affiancati anche da concerti, spettacoli di danza e musica.