Sei in Home / Idee di viaggio / Città d'Arte / Reggio Calabria

Reggio Calabria

«Ecco l'antica Reggio, le cui origini si perdono nella notte dei tempi! Ecco la Reggio della Magna Grecia, di cui ancora conservate le vestigia monumentali ed i preziosi cime­li nel vostro importante Museo Nazionale, che ora accoglie anche i due grandi bronzi di Riace.» Giovanni Paolo II, papa cattolico

L'antica Reghion, l'odierna città di Reggio Calabria, è nota per essere "La città dei Bronzi". È infatti nel museo della Magnagrecia situato in centro città che sono collocati i famosi Bronzi di Riace, le scultore bronzee di due guerrieri del V secolo ritrovate nei fondali di Riace Marina nel 1972.

Reggio ha una lunga e nobile storia, visibile nei tratti di mura di età greca e nell'edificio termale romano, con frammenti di pavimentazione musiva, scampati a ben due terremoti. Fondata dai greci della Calcide su indicazione dell'oracolo di Delfi e divenuta municipio romano nel 89 a.c., contesa attraverso i secoli da Mori e Bizantini, Svevi e Borboni, oggi Reggio esprime a pieno la vocazione turistica di una terra che mantiene intatto il fascino delle origini magnogreche.

Sede di università e di un noto conservatorio musicale, ospita la più antica biblioteca della Calabria che conserva al suo interno una copia anastatica del famoso Pentateuco, la prima versione ebraica della Bibbia stampata nella Giudecca veneziana nel 1475. Molte sono le sue chiese che conservano opere senza tempo come quelle di Antonello da Messina. La fortezza aragonese, la pinacoteca civica e il planetario - con il secondo geode più grande d'Europa -, fanno di Reggio un luogo affascinante da visitare. Insieme al rinnovato lungomare, alle ville liberty, al giardino di Villa Genoese Zerbi, questi luoghi della cultura rappresentano tutti insieme la ragione dell'attrazione esercitata sui tanti turisti che la visitano soprattutto in estate, quando il mare, le spiagge e i comuni circostanti si popolano di villeggianti.

La vocazione culturale di Reggio si esprime tuttavia in massima parte nel Museo Nazionale di Reggio Calabria che da sempre rappresenta uno dei musei archeologici più prestigiosi d'Italia. Sede di importanti testimonianze delle colonie della Magna Grecia fiorite in Calabria, opera di Marcello Piacentini, è affacciato su Piazza De Nava ed è un edificio progettato ai soli fini dell'esposizione museale. Oggi il museo è riaperto al pubblico con radicali cambiamenti e una sala pensata appositamente per i Bronzi di Riace.

I Bronzi di Riace

I
bronzi dei due guerrieri rinvenuti nei fondali del Mar Jonio, davanti a Riace Marina, hanno stimolato numerose ricerche di carattere internazionale. Gli studiosi, ricostruendone la storia, ritengono che fossero parte del carico di una spedizione navale naufragata a riva e che i Bronzi siano stati gettati in mare per alleggerirne il carico. Dopo il rinvenimento e un primo restauro tra il 1975-1980 a Firenze, i Bronzi, ricollocati in un ambiente adeguato, si rivelano in tutto il loro splendore.

Le due statue, denominate « A » e « B », sono alte 1,98 e 1,97 m; e pesano circa 160 kg l'una. Originariamente ancorate a una base con colatura a piombo, rappresentano due uomini completamente nudi ed armati di scudo, lancia ed elmo. La possente muscolatura è resa con forte vigore plastico e i particolari anatomici riprodotti con cura evidenziano le vene subcutanee di mani e piedi. I riccioli dei capelli, i capezzoli dei pettorali, gli occhi e i denti in lamina d'argento sono altrettanti dettagli che rendono le statue clamorosamente vicine al vero.

Per i reggini esse rappresentano il simbolo della città e per la comunità internazionale l'esempio degli sforzi dell'Italia per la valorizzazione del suo enorme patrimonio storico e artistico.

Curiosità


Reggio Calabria è conosciuta anche per essere la punta dello "Stivale", la città più a sud della Penisola italiana. Adagiata sullo stretto di Messina di fronte alla Sicilia, che per un raro fenomeno di rifrazione ottica si vede riflessa nelle acque dello stretto, è da sempre considerata il centro del Mediterraneo. Crocevia di merci e viaggiatori, offre una magnifica vista sulla Sicilia, l'Etna e le Isole Eolie, ed è la patria del bergamotto, un altro simbolo della città.


Informazioni utili

Sito Beni Culturali/Calabria: www.archeocalabria.beniculturali.it 

Sito Beni Culturali: www.beniculturali.it 

Sito Turismo Calabria http://www.turiscalabria.it/