Sei in Home / Idee di viaggio / Città d'Arte / Pavia

Pavia

Pavia, moderna città lombarda nel cuore della pianura padana, è ricca di arte, cultura e natura. Il suo patrimonio artistico, architettonico e monumentale, testimonianza di una storia antica, trova origine già in età romana. Oggi questa città distesa lungo la riva destra del Ticino, ancora dominata dalle torri medievali, regala ai visitatori grandi tesori che incantano. Ponte Coperto e Duomo sullo sfondoStoria
Per secoli l’antica Ticinum, fondata da Liguri e Celti, è stata il fulcro dei commerci tra la pianura e i grandi fiumi. Qui, in epoca romana, si congiungevano due strade consolari, e per tutto il Medioevo giungevano, risalendo il Po e il Ticino sui battelli, le spezie e i tessuti importati dai mercanti veneziani; da qui le merci arrivavano a Milano. Saccheggiata più volte dai barbari, fu capitale del regno longobardo. Conquistata dai Carolingi e, dal XVIII al XIX secolo, dominata da spagnoli, francesi e austriaci, solo nel 1859 la città entrò a far parte del Regno di Sardegna, futuro Regno d'Italia.

Cosa vedere

Oggi Pavia conserva nel cuore del suo centro storico le tracce di uno splendido passato, nei monumenti, nelle strade acciottolate, nelle facciate delle case di un caldo color terracotta.
Di notevole importanza il Duomo dedicato a Santo Stefano Martire e Santa Maria Assunta. Questo importante edificio rinascimentale, con impianto a croce greca e cupola ottagonale, conserva le spoglie di San Siro.
Tra gli altri edifici religiosi: la basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, fondata dai longobardi ma ricostruita dopo il Mille; la basilica di San Teodoro e ancora la chiesa di Santa Maria del Carmine, mirabile esempio di architettura gotico lombarda, e la romanica basilica di San Michele Maggiore, in pietra arenaria.

Prima tappa tra gli edifici storici è il Castello Visconteo, il cui interno ospita i prestigiosi Musei civici ed il Ponte Coperto che unisce il centro storico con il quartiere del Borgo Ticino, caratteristico villaggio di pescatori. Da visitare poi i palazzi Malaspina, Bottigella, Orlandi e Mezzabarba.
Tra gli altri luoghi da scoprire: il settecentesco teatro Fraschini, l'Orto Botanico con le sue bellissime serre, e l’area del “Broletto” che si affaccia su piazza della Vittoria, cinta da portici del Trecento.
Spostandosi un po' si può raggiungere il comune di Certosa di Pavia per ammirare la magnifica e omonima chiesa.

Cosa fare

Pavia è una città vivace e dalle mille sfaccettature, dal grande amore per l’arte e per la cultura. Ogni anno, infatti, la città ospita mostre di artisti, rassegne cinematografiche e conferenze dedicate alla storia dell'arte.
Sempre viva la passione per il teatro, anche se le occasioni di divertimento oggi si ritrovano anche nelle discoteche, nei locali con musica dal vivo e nei pub, luoghi preferiti dai giovani e dagli studenti universitari.

Curiosità
Pavia e tutta la zona circostante sono aree di passaggio dell'antica via Francigena, ancora oggi meta di turisti.
Non tutti sanno, inoltre, che una delle più antiche università lombarde è nata proprio a Pavia.
L'ateneo ha le sue origini nell’ 825 quando Lotario I costituì una scuola di retorica. Nel XI secolo la città divenne sede di una scuola giuridica, che l'imperatore Carlo IV nel 1361 trasformò in “Studium Generale”. Oggi la città conta circa 15 collegi universitari, perlopiù di antica formazione, tra cui il Borromeo, il Ghislieri e il collegio Santa Caterina da Siena.
 

Informazioni utili


Link utili



Come arrivare

In treno
Pavia è situata in posizione strategica nel nord Italia a circa 30 km a sud di Milano e sulla linea ferroviaria che unisce Milano a Genova.

In aereo
La città possiede una buona rete di collegamenti con gli aeroporti limitrofi:
Linate (a 50 km dalla città), Malpensa (a 90 km) e Orio al Serio (a 70 km).