Sei in Home / Idee di viaggio / Città d'Arte / Lecce

Lecce

«Ho cominciato a frequentare Lecce poco alla volta, mi portavano in giro a vedere dei posti, conoscevo le persone e così ho finito per innamorarmi dei leccesi e della città.» Ferzan Özpetek, regista

Capoluogo dell’omonima provincia e fulcro culturale del Salento, Lecce, in Puglia, è tra le più belle città d’arte del Meridione Italiano. Nota come “la Firenze del Sud”, Lecce sa stupire e affascinare turisti e visitatori. Le sue antichissime origini messapiche e i resti archeologici della dominazione romana si mescolano infatti alla ricchezza e all’esuberanza del barocco, tipicamente seicentesco, delle chiese e dei palazzi del centro.
Lecce, Basilica di Santa CroceLo sviluppo architettonico e l’arricchimento decorativo delle facciate è stato particolarmente fecondo durante il Regno di Napoli ed ha caratterizzato il capoluogo pugliese in modo talmente originale da dar luogo alla definizione di “barocco leccese”. Uno stile del tutto nuovo anche per l’utilizzo della pietra leccese, un tipo di materiale calcareo, facilmente modellabile e dai colori caldi.

Le vie del centro di Lecce sono un museo a cielo aperto. Ne è un esempio la splendida piazza del Duomo, che ospita il Duomo o Cattedrale di Maria SS. Assunta - con un campanile e due facciate, una molto sobria e l’altra riccamente decorata - il palazzo Vescovile, di epoca rinascimentale, col suo splendido loggiato, e il palazzo del Seminario, particolare per la facciata decorata a bugnato e il caratteristico chiostro interno. 

Poco distante, la celebre piazza intitolata al Patrono della città, piazza Sant’Oronzo, racchiude altri gioielli artistici e storici appartenenti a epoche differenti. Domina la piazza con la sua eleganza rinascimentale il Palazzo del Seggio, noto anche come il “Sedile”, oggi sede di interessanti esposizioni e mostre. Dello stesso stile architettonico è la chiesa di Santa Maria delle Grazie, mentre sono testimonianze della dominazione romana il maestoso Anfiteatro, di forma ellittica, e la colonna romana, con accanto la statua bronzea del patrono.

Nei dintorni c’è poi la Chiesa di San Giuseppe, con la sua facciata barocca, e il Castello Carlo V, bastione fortificato edificato nel ‘500 per volontà dell’imperatore Carlo V ma che comprende un corpo centrale antecedente, del XII secolo, ed elementi completati in epoca successiva, come il fossato. Usato un tempo a scopo difensivo, il Castello ospita oggi numerose mostre d’arte e iniziative culturali. 

Di grande impatto visivo sono, poi, la Porta Rudiae, sormontata dalle statue del Patrono, di san Domenico e di sant’Irene, e la Chiesa del Rosario, col suo accentuato verticalismo e la splendida facciata. È assolutamente da visitare, per il suo armonioso equilibrio fra stile classico e barocco e la bellezza degli interni, la Basilica di Santa Croce, iniziata nel ‘300 e completata a cavallo fra ‘500 e ‘600. La monumentale facciata, opera principalmente di Francesco Antonio Zimbalo e Cesare Penna, è piena di simboli cristiani e sormontata da un grande rosone centrale. 

Ma un tour alla scoperta di Lecce sarebbe incompleto senza vedere i suoi musei e gallerie d’arte. Fra i tanti si distinguono: il Museo Archeologico Provinciale S. Castromediano, che ospita antichissime testimonianze di epoca romana e messapica; il Museo storico della città di Lecce, che è anche galleria d’arte contemporanea; la Pinacoteca d’Arte francescana, all’interno di Palazzo Fulgenzio e il Museo del Teatro Romano che, oltre a contenere reperti provenienti dagli scavi archeologici, ospita anche una serie di nove maschere teatrali di Villa Adriana a Tivoli. 

Come molte città del sud, Lecce vanta numerosi intrattenimenti serali, dalla musica al teatro, è animata da una ricca vita sociale di cui sono protagonisti soprattutto i molti giovani che frequentano la sua rinomata Università.