Sei in Home / Idee di viaggio / Città d'Arte / Cosa fare e vedere a Parma, Capitale della Cultura 2020

Cosa fare e vedere a Parma, Capitale della Cultura 2020

Piazza del Duomo - Parma, Emilia-Romagna

Piazza del Duomo - Parma, Emilia-Romagna

Città d’arte raffinata, Parma sorprende con i suoi monumenti eleganti, le chiese, i musei e gli spazi verdi, ma è anche città del teatro e della musica e terra di prodotti gastronomici d’eccellenza.

Il ricco patrimonio storico, artistico e culinario ha valso a Parma il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020: con un calendario di oltre 500 eventi, il 2020 è l’anno perfetto per andare alla scoperta della città.

Cosa a fare e vedere a Parma? Ecco i nostri consigli sulle cose da non perdere:

 

Visitare Piazza del Duomo

 

Battistero - Parma, Emilia-Romagna

Battistero - Parma, Emilia-Romagna

La visita di Parma non può che cominciare dalla Piazza del Duomo, cuore dell’arte e della sacralità della città. Qui sorgono i suoi due luoghi simbolo: il Duomo, del XII secolo, tra i migliori esempi di architettura romanica in Italia e scrigno di opere rinascimentali di rilievo, come la splendida cupola affrescata dal Correggio e, accanto, l’imponente Battistero a pianta ottagonale, rivestito interamente in marmo rosa e impreziosito da dipinti e affreschi.

 

Ripercorrere la storia nell’Abbazia di San Giovanni Evangelista

 

Abbazia di San Giovanni Evangelista - Parma, Emilia-Romagna

Abbazia di San Giovanni Evangelista - Parma, Emilia-Romagna

Bastano pochi passi dalla Piazza per arrivare all’Abbazia di S. Giovanni Evangelista, alle spalle del Duomo. All’interno del complesso monastico, creato dai monaci benedettini nell’anno 980, è possibile visitare la chiesa con affreschi cinquecenteschi di vari autori (tra cui il Correggio), i tre diversi chiostri, la biblioteca e la spezieria (l’antica farmacia).

 

Immergersi nella bellezza del Monastero di San Paolo

 

Monastero di San Paolo - Parma, Emilia-Romagna

Monastero di San Paolo - Parma, Emilia-Romagna

Tornando al Duomo, in cinque minuti a piedi si arriva al Monastero benedettino di San Paolo, un’altra splendida occasione per immergersi nella bellezza. L’antico monastero è oggi un museo che comprende la camera affrescata da Alessandro Araldi e la meravigliosa Camera della Badessa, da poco riaperta al pubblico, con la bellissima volta affrescata opera del Correggio.

 

Fare una visita culturale al Palazzo della Pilotta

 

Teatro Farnese, Palazzo della Pilotta - Parma, Emilia-Romagna

Teatro Farnese, Palazzo della Pilotta - Parma, Emilia-Romagna

Attraversando l’area verde di Piazza della Pace, in 4 minuti si è a Palazzo della Pilotta, un complesso monumentale di fine ‘500 che comprende diversi edifici. Con un unico biglietto cumulativo è possibile visitare le collezioni e i tesori artistici della famiglia Farnese: il Museo archeologico nazionale, la Galleria Nazionale, il Teatro Farnese, il Museo Bodoniano e la Biblioteca Palatina.

 

Assistere a uno spettacolo al Teatro Regio

 

Teatro Regio - Parma, Emilia-Romagna

Teatro Regio - Parma, Emilia-Romagna

Dalla Pilotta, tornando in Piazza della Pace e percorrendo la Strada Garibaldi, in soli tre minuti si raggiunge il Teatro Regio di Parma. Costruito su volere della duchessa Maria Luigia negli anni ’20 del 1800, è uno dei teatri più importanti della tradizione operistica italiana. Qui si tengono spettacoli d’opera, danza, concerti e recital, primi fra tutti gli eventi del noto Festival Verdi (ogni anno a ottobre, mese di nascita del grande compositore parmense).

 

Ammirare i capolavori del Parmigianino nella Basilica di Santa Maria della Steccata

 

Basilica di Santa Maria della Steccata - Parma, Emilia-Romagna

Basilica di Santa Maria della Steccata - Parma, Emilia-Romagna

Poco oltre, subito dopo il teatro, si incontra una delle chiese più importanti della città di Parma: la seicentesca Basilica di Santa Maria della Steccata, che merita una visita per la sua grande cupola affrescata, oltre alle opere di Bernardino Gatti e del Parmigianino. Dal 1718 sede dell'Ordine costantiniano di San Giorgio, al suo interno ospita anche un tesoro d’arte e storia – il Museo costantiniano della Steccata – con cappelle sepolcrali della famiglia ducale, statue lignee e arredi sacri.

 

Celebrare la grandezza di Arturo Toscanini

 

Museo Casa Natale Arturo Toscanini - Parma, Emilia-Romagna

Museo Casa Natale Arturo Toscanini - Parma, Emilia-Romagna

Svoltando a destra in Strada Mazzini e attraversando il Ponte di Mezzo, si giunge in pochi minuti nel quartiere Oltretorrente dove si trova la Casa Natale di Arturo Toscanini, uno dei maggiori direttori d’orchestra mai esistiti. La casa è oggi un interessante museo che mette in mostra arredi e cimeli d’epoca, oggetti e costumi d'opera, e spazi evocativi come la Stanza del Pianoforte e la stanza dove, nel 1867, Toscanini nacque.

 

Fare una passeggiata al Parco Ducale

 

Parco Ducale - Parma, Emilia-Romagna

Parco Ducale - Parma, Emilia-Romagna

A pochi metri dalla Casa Natale di Toscanini si estende il grande giardino di Parma: il Parco Ducale, luogo ideale per una passeggiata rilassante prima di salutare la città. Oltre a viali con alberi secolari, statue, fontane, chioschi e giochi per bambini, nel parco si trova l’antico Palazzo Ducale e il Palazzetto Eucherio Sanvitale, di epoca rinascimentale.

 

Gustare la prelibata enogastronomia parmense

 

Parmigiano Reggiano

Parmigiano Reggiano

Parma vanta una tradizione enogastronomica di primo livello con piatti e tipicità apprezzate in tutto il mondo, come i suoi salumi – primi fra tutti il Prosciutto di Parma (a cui è dedicato persino un museo) -, il Parmigiano Reggiano e le ricette tipiche delle tradizione, come la torta fritta, i tortelli d’erbetta e molte altre prelibatezze. Questa spiccata eccellenza culinaria ha permesso a Parma di conquistare, prima in Italia, il titolo di Città Creativa Unesco per la gastronomia.

 

Esplorare i castelli nei dintorni di Parma

 

Reggia di Colorno - Emilia-Romagna

Reggia di Colorno - Emilia-Romagna

Le bellezze del territorio Parmense si estendono anche al di fuori del centro storico cittadino: i dintorni della città sono ricchi di testimonianze dei tempi in cui Parma era capitale del Ducato di Parma e Piacenza. Tra i numerosi castelli del Ducato, meritano assolutamente una visita la Reggia di Colorno, nota come la “Versailles emiliana”, a 15 km dal centro città; il Castello di Torrechiara (a 20 km dalla città), in posizione panoramica su un colle, tra i meglio conservati in Italia, e la Rocca Sanvitale, a Fontanellato (a meno di 20 km da Parma), con affreschi del Parmigianino, ancora interamente circondata da un fossato, a mantenere intatta la sua bellezza medievale.