Sei in Home / Idee di viaggio / Città d'Arte / Cagliari tra fascino e relax

Cagliari tra fascino e relax

 
Costruita su sette colli come Roma, Cagliari offre al visitatore il fascino di una storia millenaria, il relax di una spiaggia cittadina tra le più ampie d’Europa e siti naturalistici sorprendenti. Ecco alcuni nostri consigli per un soggiorno nel capoluogo della Sardegna.

 

1. Scoprire il quartiere Castello, cuore della città

 

Cagliari , il centro storico visto dalla Torre dell’Elefante - Sardegna

Iniziamo dal quartiere fortificato del Castello. Circondato dalle fortificazioni costruite dai pisani fra Duecento e Trecento, sorge sul colle più alto di Cagliari e contiene alcuni dei monumenti più importanti della città, come il Bastione di Saint Remy, il Palazzo Regio e la Cattedrale di Santa Maria, edificio imponente che custodisce numerosi tesori d’arte. Da non perdere una visita al Museo archeologico, il più importante al mondo per i reperti della civiltà nuragica, collocato all'interno della Cittadella dei musei.

 

2. Godere il panorama sulle mura all’ora dell’aperitivo

 

Bastione Saint Remy, Cagliari - Sardegna

Le mura che circondano il quartiere di Castello, costruite come opera di difesa, sono oggi eleganti terrazze su cui potrete gustare un aperitivo con vista sui panorami più belli di Cagliari. Il bastione di Santa Croce, considerato il centro della movida cittadina, si affaccia sul quartiere storico di Stampace e il mare blu intenso del porto.

 

3. Fare un tuffo nel passato più remoto

 

Dove sono passati gli antichi romani, è probabile trovare un’arena dedicata alle lotte tra gladiatori o tra belve feroci. Anche Cagliari, sottratta ai Cartaginesi con tutta la Sardegna e la Corsica nel 238 a.C., ha il suo anfiteatro. Quando fu costruito, tra il I e il II secolo d.C., poteva ospitare fino a 10.000 spettatori.

Necropoli di Tuvixeddu, Cagliari - Sardegna

Sconfitti dai romani, i cartaginesi hanno comunque lasciato a Cagliari un’importante testimonianza della loro civiltà: la Necropoli di Tuvixeddu, la più vasta necropoli fenicio-punica di tutto il Mediterraneo. Il nome, che in sardo significa "colle dei piccoli fori", è dovuto alla presenza di numerose tombe a pozzo scavate nella roccia.

 

4. Visitare uno dei più importanti cimiteri monumentali d’Europa

 

Cimitero di Bonaria, Cagliari - Sardegna

Se proseguiamo il nostro tour con un altro luogo di sepoltura, non lo facciamo per mettervi tristezza, ma perché vale davvero la pena visitare il cimitero di Bonaria, adornato da sculture eleganti e malinconiche. Dal 1968 qui non viene più seppellito nessuno: da allora è diventato una testimonianza unica di storia cagliaritana.

 

5. Entrare a contatto con una spiritualità antica

 

Basilica di Nostra Signora di Bonaria, Cagliari - Sardegna

A poca distanza dal cimitero monumentale, si trovano due importanti edifici di culto cattolici. Il primo è la Basilica di Nostra Signora di Bonaria, santuario la cui origine è legata alla leggenda di una statua della Madonna scampata a un naufragio e approdata a riva con una candela miracolosamente accesa nella mano. Il secondo è la Basilica di San Saturnino, il monumento paleocristiano più antico dell’Isola e uno dei più importanti del bacino del Mediterraneo.

 

6. Rilassarsi sulle spiagge cittadine

 

Sella del Diavolo, Cagliari - Sardegna

I cagliaritani sono persone fortunate: la loro città possiede una splendida spiaggia lunga 8 km di sabbia finissima bagnata da un mare cristallino, il Poetto. Questo tratto di litorale è servito da autobus che vi permetteranno di scegliere comodamente se godere dei servizi di uno stabilimento balneare o, se preferite, prendere il sole su una spiaggia libera. Il lungomare, punteggiato di chioschetti, invita a lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta. Nelle sere d’estate la spiaggia si anima di un’intensa vita notturna. A ridosso del Poetto troverete la spiaggia di Calamosca, un’insenatura riparata dai due promontori Sant’Elia e Sella del Diavolo.

 

7. Ammirare i fenicotteri rosa

 

Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, Cagliari - Sardegna

Se amate la natura, sarete lieti di sapere che la città di Cagliari è conosciuta da biologi e naturalisti di tutto il mondo perchè offre asilo a imponenti colonie di fenicotteri rosa nel parco di Molentargius e nello stagno di Cagliari, formato dalle Saline di Macchiareddu, Porto Canale, laguna di Santa Gilla, stagno di Capoterra e sa Illetta, un tempo isola di San Simone. Potrete osservare questi volatili e altre 200 specie di uccelli senza disturbarli usando le postazioni dedicate al birdwatching.

 

8. Gustare la cucina locale

 

Spaghetti vongole e bottarga

La cucina tipica cagliaritana è quella campidanese, con influenze spagnole e liguri e con una preminenza del ricco pescato della zona e della bottarga, grazie anche alla tradizione degli allevamenti cittadini. Imbattibili i dolci al miele e i vini come il Malvasia e il famoso Moscato della zona, oggetto del desiderio di chiunque la visiti.

 

Scopri di più su Sardegna Turismo