Sei in Home / Idee di viaggio / Arte e storia / San Pietro e i Musei Vaticani

San Pietro e i Musei Vaticani

In pieno centro di Roma, all'interno della Città del Vaticano, sorgono la splendida Basilica di San Pietro, la più grande chiesa del mondo, con l’imponente cupola che svetta sopra i tetti della Città Eterna, e i Musei Vaticani con la magnifica Cappella Sistina.Basilica San PietroBasilica di San Pietro
Cuore pulsante del cattolicesimo, ogni anno attira milioni di pellegrini che giungono da ogni parte del mondo per riunirsi in preghiera e ottenere la benedizione del Papa.
La costruzione dell'attuale basilica che domina Piazza San Pietro fu iniziata il 18 aprile 1506 con papa Giulio II e si concluse nel 1626, durante il pontificato di papa Urbano VIII, mentre la sistemazione della piazza antistante si concluse solo nel 1667. 
Nello stesso sito, prima dell'odierna basilica, ne sorgeva un'altra risalente al IV secolo, fatta costruire dall'imperatore romano Costantino I.
Sono tantissimi gli architetti che si sono succeduti ai lavori per la costruzione della basilica: Bramante con la collaborazione di Giuliano da Sangallo, Raffaello, con la collaborazione di Giuliano da Sangallo e Frà Giocondo, Antonio da Sangallo il Giovane, con collaboratore Baldassarre Peruzzi, MichelangeloPirro Ligorio e Jacopo Barozzi da Vignola, Giacomo Della Porta con Domenico Fontana, Carlo Maderno e infine dal 1629 Gian Lorenzo Bernini

Il Bernini nel XVII sec., realizzò gli imponenti colonnati laterali, composti da ben 284 colonne di ordine dorico, sormontati da 140 statue di santi alte 3.10 metri e da sei grandi stemmi di Alessandro VII Chigi. 
Grazie alla genialità architettonica del Bernini, posizionandosi sui dischi di porfido le colonne si allineano perfettamente l’una dietro l’altra come se, per magia, si muovessero. La piazza ha un diametro maggiore lungo 240 metri ed, al centro, è collocato l’obelisco alto più di 25 metri.
Salendo la scala di accesso, ristrutturata dal Bernini e composta da tre ripiani, si accede al portico, con cinque cancelli disposti lungo i suoi 71 metri di lunghezza. Ad ognuno di essi corrisponde uno dei portali di ingresso della Basilica. Il portico e la facciata furono realizzati da Carlo Maderno
Entrando nella basilica si rimane immediatamente colpiti dalla ricchezza artistica degli interni e dalla suggestione che questo luogo sacro infonde, ma non si percepisce immediatamente la reale grandiosità dell’opera. 
Sul fondo della navata centrale, la statua di San Pietro raffigurato mentre dà la benedizione, con il piede liso dalle carezze dei fedeli. 
Nella navata di destra, la famosa Pietà di Michelangelo, gruppo marmoreo di sublime espressività che l’artista completò all’età di 23 anni.

Simbolo della Chiesa cattolica e della città di Roma è la cupola maggiore, un’opera imponente progetta dal Michelangelo e conclusa in soli due anni, a causa della sua morte, da Domenico Fontana e Giacomo Della Porta.
La decorazione interna, realizzata secondo la tecnica del mosaico, presenta scene col Cristo, gli apostoli e busti di papi e santi. La scalinata che permette di salire in cima alla cupola ha un particolare disegno a listoni a sbalzo ed è realizzata in cotto di Ferentino.
Lo spazio sottostante la cupola è segnato dal monumentale Baldacchino di San Pietro, ideato anch'esso dal Bernini e innalzato tra il 1624 e il 1633. Realizzato col bronzo prelevato dal Pantheon, è alto quasi 30 metri ed è sorretto da quattro colonne tortili.
Le Grotte Vaticane, situate sotto il pavimento della Basilica, custodiscono la Tomba di Pietro e le sepolture di altri Pontefici tra cui quella di Giovanni Paolo II

Musei Vaticani e Cappella Sistina
Poco distante dalla Basilica, costeggiando le mura, si arriva all'entrata dei Musei Vaticani che ospitano opere artistiche di incomparabile valore.
Tra i musei, quello egizio espone numerosi esempi di arte scultorea, sarcofagi e mummie, tavolette cuneiformi e sigilli mesopotamici. 
La Pinacoteca ospita opere di Giotto, Caravaggio, Beato Angelico, Perugino, Leonardo, Tiziano e Raffaello. 
Nei Palazzi Vaticani è consentito l’accesso alle Stanze di Raffaello, decorate da meravigliosi affreschi che il pittore realizzò tra il 1508 e il 1524.

Ma l’attrazione principale è la Cappella Sistina, costruita tra il 1475 e il 1481, all'epoca di papa Sisto IV della Rovere, da cui prese il nome. Un mirabile capolavoro alla cui realizzazione hanno contribuito artisti quali il Perugino, il Botticelli, il Rosselli e il Ghirlandaio.
 L'intervento più famoso, tuttavia, è senza dubbio quello di Michelangelo che ne decorò la volta e realizzò il Giudizio Universale nella parete di fondo, sopra l’altare. 
La Cappella Sistina è conosciuta in tutto il globo sia per la magnifica decorazione, sia per essere il luogo nel quale si tiene il conclave.

Curiosità
La Basilica di San Pietro è la più grande chiesa cattolica.
Sul pavimento della navata centrale, muovendo dall'ingresso verso l'abside, si vedono inserite nel marmo delle stelle dorate: esse indicano la lunghezza totale (misurata dall'abside di San Pietro) di parecchie grandi chiese sparse nel mondo.

Informazioni utili

Informazioni utili


Come arrivare

La Basilica di San Pietro è facilmente raggiungibile mediante bus, metropolitana e linee ferroviarie.


In bus
Molte linee bus fermano o passano presso la basilica; 
linee bus feriali: 64 e 40 express Termini-San Pietro.

Metropolitana
Linea A 
Stazione Ottaviano - San Pietro.

Ferrovie
La stazione di Roma San Pietro è la più vicina, essendo situata a circa 900 metri a sud della basilica.